Otranto in 24 ore

Posted on

Otranto in 24 ore: toccata e fuga in Salento, il foto diario del weekend tra Lecce e Otranto attraverso la photogallery Instagram @theredmoustaches (clicca qui se vuoi aggiungermi!)

Otranto in 24 oreUn viaggio breve di appena 2 giorni che mi ha regalato non poche emozioni: alla scoperta di Otranto con la promessa di tornare presto a scoprire tutte le meravigle che il Salento ha da offrire.

Chi mi segue su Snapchat (@simo.pastore) ha già visto il faro di Punta Palascia e la lunga camminata che ho affrontato per raggiungerlo: scendendo lungo il sentiero che conduce al faro, ogni dettaglio sembrava rivelare uno sguardo diverso, Punta Palascia – Capo D’Otranto –  è il punto più Orientale d’ Italia.

IMG_6030(1)

Punta Palascia ad Otranto: il faro della costa più Orientale d’Italia

Prima del pranzo in una tipica trattoria del centro storico di Otranto, i miei amici Cristina e Michele hanno voluto mostrarmi questo meraviglioso angolo salentino, il quale ha portato alla mia memoria un altro faro che porto nel cuore ovvero Capo Fisterre al Nord della Galizia – considerato il punto più Occidentale della Spagna.

 

Otranto in 24 ore (7) Otranto in 24 ore (2)

Il faro di Punta Palascia ad Otranto: il lungo sentiero che porta al punto più orientale d’Italia

Il sentiero che porta al faro di Punta Palascia è stretto e sterrato, consente di godere di un panorama diverso ad ogni curva, voglio essere sincera ed avvisarvi che la salita del medesimo sentiero leva il fiato, le ore più calde sono sconsigliate!

Otranto in 24 ore (3)Questa foto scattata dai miei amici racchiude l’essenza di questi due giorni ad Otranto: non potrei chiedere altro alla vita se non viaggiare accanto al mio compagno di vita 🙂 Torniamo a noi e al breve racconto di queste 48 ore a Otranto, attraverso le foto che trovate anche sulla mia photogallery Instagram @theredmoustaches.

Otranto in 24 ore (4)Otranto in 24 ore (2)Purtroppo avevo a disposizione solo poche ore in quanto alle 20 dovevo già trovarmi all’aeroporto di Brindisi per il volo verso Roma: una passeggiata nel centro storico di Otranto è bastata per lasciare in quei vicoli stretti un arrivederci, trascorrerò le vacanze estive in Puglia! E’ bastato superare le mura d’ingresso al piccolo centro storico per innamorarmi di quanto mi circondava in quei pochi metri: botteghe di prodotti locali, artigiani e souvenir di ogni genere, ed infine al termine di un vicolo stretto il lungomare che ti coglie all’improvviso, come il primo gelido bagno di stagione.

Otranto in 24 ore (1)Chi ha già visitato queste zone deve assolutamente lasciarmi un commento sotto questo post con un consiglio, un ristorantino da provare, un negozio da scoprire, qualsiasi suggerimento è gradito! Grazie a chi mi ha già scritto sulla pagina Facebook The Red Moustaches, la Puglia sembra lasciare ricordi indelebili a chiunque l’abbia visitata almeno una volta…posso azzardare il paragone con la mia Sicilia?

Otranto in 24 ore

 

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.