donne con la pelle chiara: falsi miti sulla protezione 50

Posted on

Avere la pelle chiara è un fattore, una caratteristica che ti segna fin dall’adolescenza: quando alle elementari i miei genitori decisero che avrei trascorso i mesi estivi presso il Grest dell’ Istituto Maria Ausiliatrice, ho preso coscienza del mio stato di bambina diversamente siciliana.

Nei giorni dispari le suore ci portavano al mare nella zona Playa di Catania, alle ore 8:30 oltre 60 bambini venivano scaricati al cancello della Colonia Don Bosco, ciascuno fornito di tutto il necessario per trascorrere la mattina al mare.

pelle chiara solari bottega verdeNata sotto il segno della pelle chiara con efelidi: quanti problemi!

La mia borsa per il mare, preparata con cura da mia madre, comprendeva un morbidone cotto e Galbanino che puntualmente finiva per trasformarsi all’ora di pranzo in un mappazzone – visto la scarsa resistenza del formaggio a pasta filata alle alte temperature Siciliane- un budget di 5.000 lire per il gelato (che se portavo anche il resto era apprezzato), il telo mare e le creme solari +50.

pelle chiara solari bottega verde

Già a quei tempi il gap tra me e le mie amichette sicule era evidente: le mie origini polacche si esprimono tutt’ora nelle efelidi sul viso, cui basta una lieve esposizione ai raggi solari per esplodere su tutto il corpo senza controllo alcuno; avete presente quei giochi su carta dove bisogna congiugere i puntini per scoprire l’immagine finale?

Ecco, in estate le donne con la pelle chiara come me mutano il proprio aspetto in una sorta di settimana enigmistica deambulante: unisci le efelidi e chissà che viene fuori; a differenza delle mie coetanee dalla meravigliosa carnagione olivastra, mediterranea, io necessitavo-e-necessito-ancora oggi di una serie di accorgimenti imprescendibili per una serena giornata al mare.

Il rituale pre-mare comporta l’applicazione di più prodotti per la protezione della pelle chiara dai raggi UVB, a partire da quelli specifici per il viso e corpo, al doposole; oltre a dover scegliere prodotti di alta qualità formulati per pelli iper sensibili come la mia, la pelle chiara necessita di costanti e ripetute applicazioni anche dopo un tuffo a mare o in piscina, indipendentemente dall’utilizzo di prodotti water-resistant.

Io sono un caso disperato, poichè ho bisogno di applicare un solare protettivo +50 anche per le labbra poichè sono soggetta ad herpes (causato anch’esso dall’esposizione ai raggi solari) e come se non bastasse l’eritema solare non tarda a farmi visita quasi ogni estate nonostante le numerose precauzioni.

pelle chiara solari bottega verde (2)

Quella volta che non ho seguito i consigli della mamma: la pelle chiara gioca brutti scherzi!

Tutto questo l’ho imparato a mie spese, perchè come ogni adolescente che si rispetti desideravo essere come le mie amiche dalla carnagione scura: una singola applicazione di protezione +30 la prima settimana, e poi via fino a scendere alla protezione +10; più volte trasgredii ed incoraggiata dalle prese in giro delle mie amiche, notai quanto quest’ultime fossero seriamente intimorite da quel flacone su cui scorgeva a caratteri evidenti protezione solare bambini/pelli sensibili +50, infine mi lasciai persuaduere più di una volta ad abbandonare le mie precauzioni.

Le argomentazioni erano e sono tutt’ora di vario genere, tra cui

Fidati, se usi la protezione +50, non ti abbronzerai mai

Vuoi per la scarsa informazione, vuoi per quell’impulso che spinge ogni adolescente a compiere azioni in linea al gruppo di appartenenza, un bel giorno finii al pronto soccorso ustionata dalla testa ai talloni, con tanto di vesciche sulle orecchie (al posto dei piercing avevo su tutto il padiglione auricolare bolle d’acqua), febbre a 39; ricordo la sgradevole sensazione che provai quando specialmente la fronte prese una consistenza aliena, al tatto risultava morbida come un budino. Dopo qualche giorno di cortisone e crema Foille come fosse acqua da bere, presi le sembianze di un serpente nel periodo della muta, e oggi che di anni ne ho 30 porto sul corpo le macchie permanenti di quel comportamento a dir poco irragionevole.

Mi documentai e presi consapevolezza della mia particolarità, ho la pelle chiara ed in fondo che colpa ne ho?

Non sono esagerata, ma le regole da rispettare per godere delle giornate a mare sono ferree: evitare del tutto l’esposizione nelle ore più calde della giornata, tra le 12.30 e le 15.00; applicare più volte la protezione su tutto il corpo senza tralasciare neanche un minuscolo lembo di pelle, una volta a casa applico il doposole per alleviare lo stress che ho imposto alla mia epidermide.

I prodotti che abitualemente uso sono 4: un siero specifico per il visostick labbra ed un latte corpo, tutti e tre con un fattore di protezione +50 per l’intero periodo estivo; applicazione del doposole lenitivo obbligatoria.

pelle chiara solari bottega verde (1)

Come sopravvivere all’estate senza eritema solare: la nuova linea Bottega Verde Sol Protezione+ per pelle chiara

Ricordate che riciclare i prodotti della precedente stagione estiva non è consigliabile, quest’ultimi a distanza di quasi un anno perdono le loro qualità riducendo la capacità del filtro di protezione, perciò è buona abitudine acquistarne di nuovi: per l’estate 2016 mi sono affidata a Bottega Verde ed ho scelto 3 prodotti della nuova linea Sol Protezione+ a base di liquirizia di Calabria ed estratto di petali di girasole.

In particolare lo Stearyl Glycyrrhetinate, estratto dalla Liquirizia usato in questi prodotti, possiede un’attività lenitiva e anti rossore che riduce l’eritema provocato dai raggi UVB, inoltre i prodotti della linea Sol Protezione+ sono formulati senza parabeni e senza cessori di formaldeide, ed è un’ottima premessa.

Non è mia intenzione fare la predica a chi non ha i miei stessi problemi, ma l’esposizione prolungata ai raggi solari senza una protezione adeguata non giova a nessun tipo di pelle; l’invecchiamento cutaneo precoce, le macchie solari, il melanoma, gli effetti nocivi dei raggi UVB non sono leggende metropolitane ma conseguenze reali che colpiscono chiunque non adotti delle precauzioni adeguate. Inoltre vi ricordo che l’applicazione dei prodotti solari va effettuata 30 minuti prima dell’esposizione e non direttamente in spiaggia, dopo bagni prolungati è buona abitudine ripetere il rituale anti scottature; inoltre applicare la protezione a casa vi consentirà di evitare noiose critiche da parte degli amici più irresponsabili, quelli che

” sei esagerata! un pò di sole non ha mai fatto male a nessuno!”

Quante di voi hanno i miei stessi problemi? Che fattore di protezione usate in estate? Quali sono i prodotti con cui vi siete trovate bene? Scrivetemi nei commenti le vostre abitudini e i prodotti che mi consigliate!

*Post in collaborazione con Bottega Verde

 

 

 

 

 

 

 

 

Buzzoole

2 Comments

  1. donne con la pelle chiara: falsi miti sulla protezione 50 -Sicilia in Rosa says:

    […] donne con la pelle chiara: falsi miti sulla protezione 50 sembra essere il primo su The Red Moustaches – Lifestyle blog by Simona […]

  2. Disperato bisogno di scarpe zara estate 2016 -Sicilia in Rosa says:

    […] Donne con la pelle chiara: come sopravvivere all’estate evitando eritema e scottature […]

Leave a comment

Your email address will not be published.