biennale di venezia 2019 con JTI

Posted on

L’ arte contemporanea come strumento di inclusione: la mia esperienza al Vernissage della Biennale di Venezia 2019  per  promuovere il progetto accessibilità JTI

biennale di venezia 2019 JTI simona pastore influencer

La Biennale di Venezia 2019 è sicuramente tra le mostre d’ arte contemporanea più importanti sulla scena internazionale: dall’ Arsenale ai giardini i padiglioni racchiudono al loro interno opere e installazioni provenienti da ogni parte del mondo, un percorso suggestivo che si interroga su varie tematiche dai cambiamenti climatici alla violenza sulle donne ai disagi delle periferie.

biennale di venezia 2019 JTI progetto accessibilità simona pastore influencer

24 ore alla Biennale di Venezia con JTI per supportare il progetto accessibilità rivolto alle comunità terapeutiche ed ai centri di accoglienza

Dal 2015 il progetto accessibilità JTI è entrato a far parte dell’offerta Educational della Biennale di Venezia, il quale offre visite guidate gratuite e personalizzate per le disabilità dei soggetti, workshop e laboratori mirati all’inclusione e alla fruibilità dell’arte come valore e arricchimento personale.

biennale di venezia 2019 opera di Teresa Margolles messicana
Opera di denuncia dell’ artista messicana Teresa Margolles : affissi sui pannelli della fermata dell’autobus si susseguono i volantini di ricerca di donne scomparse; l’installazione replica il tremore della struttura come fosse su strada.

La particolarità della Biennale di Venezia 2019 risiede nell’estrema contemporaneità delle opere selezionate dal curatore Ralph Rugoff,  lasciando totale libertà agli artisti questi  hanno espresso la propria velleità seguendo il claim della Biennale Arte 2019  May You Live In Interesting Times : un richiamo al problema odierno delle fake news (un antico proverbio cinese mai esistito se non per un passaparola occidentale).

biennale di venezia 2019 simona pastore influencer
Panorama sulla Laguna – terrazza Cà Giustinian

Durante il  Vernissage – nella meravigliosa terrazza Cà Giustinian – ho avuto la possibilità di confrontarmi con gli altri ospiti JTI sull’esperienza all’ Arsenale, la visita guidata con il personale della Biennale è il modo migliore per approcciarsi alla mostra (per info biennalearte2019 ) .

Nel tempo libero ho visitato la storica Libreria Acqua Alta di Venezia, una delle librerie più belle e originali al mondo.

Ed infine per concludere l’esperienza alla Biennale di Venezia 2019 non posso che suggerirvi un aperitivo con i classici “cicchetti” al Bauer, una location che ricorda le atmosfere di Wes Anderson dove inoltre è possibile anche cenare.

Aperitivo sulla laguna dal pontile del Bauer, consigliatissimo!

 

*Post in collaborazione con JTI a supporto del progetto accessibilità che ogni anno consente l’accesso gratuito alla Biennale di Venezia alle categorie più fragili.

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.