4 libri femministi da leggere in quarantena

Posted on

Non posso esimermi dal condividere le mie umili opinioni inerenti gli ultimi 4 libri femministi che ho letto in questo periodo di quarantena gentilmente offerto dal covid-19.

Non si tratta di libri sul femminismo come forse si potrebbe intendere nell’accezione pura del termine, vi presento 4 libri totalmente differenti tra loro uniti da connotazioni femministe

Se stai cercando un consiglio piuttosto che una recensione sei nel post(o) giusto!

simona pastore blogger roma libri femministi rebecca solnit

4 libri che non possono mancare nella libreria di una femminista: il mansplaining spiegato da Rebecca Solnit

1)  Rebecca Solnit – Gli uomini mi spiegano le cose

Titolo originale “Man Explain Things to Me” è già qui possiamo iniziare a farci un’idea, perchè tutte le donne almeno una volta nella vita hanno provato la spiacevole esperienza del mansplaining ovvero ciò che l’autrice spiega con queste parole:

gli uomini (alcuni uomini) spiegano le cose, a me come ad altre donne, indipendentemente dal fatto che sappiano o no di cosa stanno parlando.

Rebecca Solnit

Questo libro è una raccolta di saggi, delle riflessioni sulla sopraffazione maschile che scorre pagina dopo pagina lanciando potenti sassi alle finestre del patriarcato.

E’ una lettura che ho gradito e spesso lo riprendo per leggere nuovamente alcuni passaggi; c’è un’intero capitolo dedicato a Virginia Woolf, è ricco di analisi e dati su questioni legate al tema del marriage equality, alla geopolitica, aneddoti personali ed eventi di cronaca.

Edito da Ponte alle Grazie, € 14,50 comprato da Libreria Tuba (Via del Pigneto, Roma).

libri femministi da leggere rebecca solnit margaret atwood inna shevchenkoInna Schevchenko la leader delle Femen si racconta in Eroiche: il libro dell’attivista femminista appena uscito in Italia edito da Giulio Perrone

2) Inna Shevchenko –  Eroiche. Amazzoni, peccatrici e rivoluzionarie 

Eroiche è scritto dalla leader delle Femen, il movimento internazionale femminista noto per le proteste delle attiviste che usano disporre del proprio corpo come strumento della lotta femminista; se personalmente non mi sento vicina a nessun tipo di estremismo, mi rendo altresì conto che i contesti socioculturali influiscono nelle modalità di espressione che ciascuno di noi tende a manifestare: il corpo nudo è il punto di rottura che le Femen usano per esprimere il proprio dissenso verso il patriarcato, la religione e le ingiustizie di genere.

Inna proviene da una famiglia della classe media Ucraina ed è una giovane coraggiosa giornalista che ha rischiato la vita più volte, oggi vive in esilio a Parigi ed attiva anche su Instagram @innafemen.

In Eroiche ripercorre la sua infanzia in Ucraina, il contesto socio-politico dell’epoca ed i punti di riferimento che sono riusciti ad accendere la fiamma femminista che ha forgiato la leader delle Femen a soli 28 anni; nel testo esplicita la sua posizione anticlericale ed il dissenso verso ogni forma di religione, contesta il patriarcato ed approfondisce le storie di donne che difficilmente oggi vengono ricordate per i loro meriti quali invenzioni, scoperte scientifiche, traguardi.

La prossima volta che qualcuno vi dirà che il femminismo è una lotta che appartiene al passato e che oggi le donne sono libere, informatelo del numero di donne vittime di infibulazione, di matrimoni combinati, di sfruttamento sessuale e di violenze domestiche.

E la prossima volta che qualcuno sosterrà che il vostro femminismo è troppo radicale, non esitate a metterlo di fronte alla sua ignoranza.

Inna Shevchenko

La riflessione che ho maturato leggendo questo libro riguarda l’importanza dei modelli femminili nei contesti mediatici e l’influenza che questi possono avere a livello socio-culturale, in parole semplici: è necessario raccontare e trasmettere alle nuove generazioni più storie di donne valorose, dai cartoni animati alle serie tv, non dimentichiamo che le bambine di oggi sono le donne di domani.

Edito da Giulio Perrone Editore, € 16,00.

libri femministi eroiche ragazze elettriche i testamenti gli uomini mi spiegano le cose

Ti consiglio un libro anzi 4 libri femministi da leggere in quarantena: Margaret Atwood e la sua pupilla Naomi Alderman

3) Margaret Atwood – I Testamenti

I Testamenti è il sequel-non-sequel de Il racconto dell’ancellaThe Handmaid’s tale – in questo nuovo dono di Margaret Atwoodr ritroviamo vecchi personaggi appartenenti alla storia iniziale e facciamo la conoscenza di nuovi personaggi, in un salto temporale di circa 15 anni.

Che fine ha fatto Gilead? Come si è evoluta nel corso degli anni? Le risposte a queste domande ci vengono fornite dalle tre storie che l’autrice ha scelto, immerge il lettore in una nuova dimensione post Gilead; mi sono talmente affezionata alle 3 protagoniste che giunta alle ultime pagine quasi centellinavo la lettura per il timore di finire il libro troppo velocemente.

Succede anche a voi?

Edito da Ponte alle Grazie, € 18,00.

 5 serie tv da non perdere -> serie tv femministe da guardare con le amiche

4) Naomi Alderman – Ragazze Elettriche 

Se di Margaret Atwood apprezziamo lo stile distopico legato ai temi femministi, in Ragazze Elettriche – titolo originale The Power – troviamo un mondo dominato dal matriarcato, plasmato dall’ autrice Naomi Alderman che ha avuto come mentore la sopracitata M.Atwood. Da grande appassionata del genere distopico non potevo che innamorarmi di questa storia, geniale nella sua crudeltà, spietata nell’evoluzione dei personaggi.

Un assaggio di questa società immaginata dalla Alderman

Dopo i recenti attentati terroristici in tutto il mondo, e dopo che il nostro paese è stato tradito da uomini al servizio del nemico…abbiamo il dovere di proteggerci contro coloro che potrebbero tradirci. Pertanto oggi promulghiamo questa legge secondo la quale ogni uomo del paese sarà tenuto ad avere il passaporto e gli altri documenti timbrati col nome della sua guardiana. Per qualunque viaggio sarà necessario un permesso scritto rilasciato da lei. Sappiamo che gli uomini fanno i loro intrighi e non possiamo consentire che si aggreghino in bande. Ogni uomo che non ha una sorella, una madre, una moglie o una figlia ha il dovere di riferirlo alla polizia dove verrà assegnato ai servizi sociali e dove sarà incatenato ad altri uomini per la protezione del pubblico.

Qualunque uomo violi questa disposizione sarà soggetto alla pena capitale.

Ragazze Elettriche di Naomi Alderman

 

E’ già stata confermata la produzione di una serie tv, non vedo l’ora!

Edito da Edizioni Nottetempo, € 20,00 comprato da Libreria Tuba.

Io supporto le librerie indipendenti e tu?

sul sito Librerie di Roma puoi scoprire se il libro che stai cercando è disponibile

 

 

 

0 Comments

Leave a comment

Your email address will not be published.